Navigation Menu+

IL MUSEO TORNA VIVO

Si informa che da Novembre 2018 il nuovo numero a cui rivolgersi per prenotare una visita sarà 3471679042.

 

Il Comune di Mele dà il benvenuto ai visitatori del Museo della Carta, per far conoscere l’affascinante mondo della carta: da quando essa viene prodotta a quando viene trasformata e utilizzata; per apprendere un uso consapevole di un umile manufatto che si auspica sempre più riciclato.

La carta ha significato nella storia degli uomini, lo strumento più utile per comunicare, e tale resta ai nostri giorni nonostante i cambiamenti culturali e tecnologici. Ogni nostro gesto è quasi sempre accompagnato dalla carta, gli acquisti , la lettura, ogni tipo di lavoro, lo svago, lo studio.

Intorno al XV secolo nella Valle del Leira nasceva la manifattura della carta, favorita dalla presenza di torrenti utili per produrre energia  per il funzionamento delle grandi ruote motrici. Lungo il Ceresolo, il Gorsexio e il torrente Acquasanta nel XVIII secolo si potevano contare un centinaio di cartiere. Mele divenne famosa in tutto il mondo per le particolari caratteristiche della carta prodotta: difficilmente attaccabile da insetti, quindi preziosa per le cancellerie delle case reali di Spagna, Portogallo e Inghilterra.

L’avvento delle macchine a vapore segnò l’inizio della decadenza dell’industria cartaria nel territorio. Le cartiere svincolate dall’ubicazione lungo i torrenti, l’energia dell’acqua era stata indispensabile fino ad allora per il loro funzionamento, potevano essere installate in luoghi più facili. Peraltro l’utilizzo dei grandi mezzi di trasporto per la spedizione della carta prodotta, diventava praticamente impossibile nelle strette strade delle valli di Mele e  le cartiere, che dopo la seconda guerra mondiale erano diventate soltanto 43, sparirranno in qualche decennio.

Il Museo della Carta è stato inaugurato nel 1997 a testimonianza dell’antico sapere dell’arte cartaria, che tanta importanza ha avuto per lo sviluppo economico e culturale del territorio di Mele. Sede del Centro è l’antica cartiera Sbaraggia, del 1756, una tra le ultime ad aver funzionato fino al 1985.

 

L’Amministrazione Comunale di Mele ha intrapreso i lavori di restauro della cartiera nel 1992 con fondi propri, della CEE e della Provincia di Genova. Oggi con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007-2013 si è potuto provvedere a nuovi allestimenti ed arredi, a moderne tecnologie per rendere più funzionale l’ambie

nte.

La realizzazione di una passerella pedonale completa l’intervento e permette la fruizione per ogni tipo di utenza.

 

Dal 2015 la cartiera è tornata a produrre secondo tecniche manuali ormai scomparse e portate oggi avanti da sole 5 realtà in Italia.

Gioielli in carta, partecipazioni di matrimonio, corrispondenza di pregio, legature in pelle e tanto altro. Chi visita il Museo ha oggi non solo l’opportunità di  fabbricare un foglio a mano portando via con se un ricordo di un’esperienza realmente unica, ma anche quella di acquistare un manufatto realizzato all’interno della cartiera! All’interno del Museo è possibile ammirare dal vivo la produzione di pezzi unici in carta a mano da fibre pregiate secondo tecniche ormai scomparse, che ritroverete poi esposti all’interno del nostro shop, a disposizione del pubblico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No Results Found

The page you requested could not be found. Try refining your search, or use the navigation above to locate the post.